Article by Sara Curzel

Cloud Computing

Il termine Cloud, o più precisamente Cloud Computing, viene usato per indicare una modalità di accesso ed erogazione di servizi informatici basati sull’assenza di un’infrastruttura hardware controllata direttamente dal fornitore (più correttamente si definisce come Service-Oriented Architecture o SOA).

Le risorse necessarie per il servizio non vengono riservate staticamente ma vengono gestite on-demand a seconda del livello di servizio e delle necessità del cliente che può dimensionare le risorse necessarie grazie ad automatismi che garantiscono l’erogazione delle risorse tramite sistemi di self-service.

Alla base dei sistemi di Cloud Computing ci sono i sistemi di Virtualizzazione, che permettono di astrarre l’uso del software dall’hardware su cui il software gira. Grazie alla virtualizzazione è possibile dividere e gestire le risorse inserendole in vari pool che potranno garantire un certo livello di servizio. Il cliente può quindi avere un controllo della potenza a sua disposizione interagendo con questi pool: aumentando o diminuendo i livelli minimi e massimi dei pool il cliente interviene su quello che rappresenta l’hardware a disposizione, senza dover conoscere in alcuna misura quale macchina stia effettivamente fornendo il servizio.

Un altro vantaggio dei sistemi Cloud è l’Alta Affidabilità: essendo il servizio completamente slegato dall’hardware, in caso di guasti o problemi alle macchine fisiche il servizio può essere spostato facilmente su altro hardware. Se fatto in maniera automatica i tempi di mancato servizio si riducono al minimo.
Infine i sistemi di cloud permettono di utilizzare il minimo di risorse necessarie per il carico di lavoro: questo si traduce in una riduzione dei costi di infrastruttura e in una riduzione dei costi energetici.

Alcuni esperti del mondo dell’informatica ritengono però che i sistemi di Cloud Computing possano essere delle trappole: l’uso di queste tecnologie allontana ulteriormente l’utente finale dai suoi dati (siano essi fotografie o elaborati di varia natura) che vengono affidati a terze parti. Il rischio di questo comportamento è la perdita del controllo dei dati di per sé e la perdita del controllo dell’accesso ai dati, ovvero problemi di privacy.

Rispondi

L'unione fa la forza

I nostri rivenditori sono in grado di sfruttare al meglio la nostra tecnologia e lavorano con noi per disegnare le soluzioni ottimali per te.

Clienti

Loro hanno scelto di utilizzare le soluzioni Praim