Article by Alessio Broccardo

Come il BYOD può rivelarsi una buona strategia per le aziende

Negli ultimi 20 anni, abbiamo assistito a cambiamenti radicali su come le persone accedono alle risorse e alle applicazioni, sia in ambienti privati che aziendali. Durante gli anni ’90 i dati sono stati generalmente accessibili attraverso applicazioni che risiedevano fisicamente nei dischi rigidi dei computer.

Con lo sviluppo della tecnologia dei server moderni e il miglioramento delle infrastrutture di rete, le aziende di tutto il mondo hanno iniziato a passare alle applicazioni virtuali/desktop e ai dati che risiedono in farm a volte molto distanti dal dispositivo locale. I vantaggi finanziari e tecnologici di questo nuovo mondo virtualizzato si sono diffusi rapidamente nel nuovo millennio, aumentando esponenzialmente la sua adozione in tutto il mondo. Le risorse e le applicazioni sono ora accessibili in qualsiasi momento, da qualsiasi luogo e da qualsiasi dispositivo. Questa nuova era ha portato una grande innovazione, nonché una pletora di nuove sfide.

Anche se queste sfide si possono trovare sia nel mercato consumer che in quello business, questo articolo si propone di indagare il secondo.

Negli ultimi anni, la maggiore disponibilità di applicazioni, il migliore accesso a risorse remote e la ripida innovazione nella tecnologia dei dispositivi ha aumentato l’adozione del BYOD (Bring Your Own Device) all’interno delle aziende. Molte organizzazioni in tutto il mondo abbracciano questo concetto, permettendo ai dipendenti di utilizzare il proprio dispositivo come principale strumento di lavoro.

C’è una discreta quantità di letteratura che copre i benefici per l’adozione di BYOD all’interno delle organizzazioni. La maggior parte delle fonti gravitano principalmente intorno all’aumento della produttività, la riduzione dei CAPEX, la soddisfazione generale dei dipendenti e la relativa riduzione del tasso di abbandono. Queste scoperte sono tutte vere e sicuramente efficaci per le organizzazioni, tuttavia le stesse variabili possono essere esaminate da diverse angolazioni per evidenziare una prospettiva diversa sul BYOD e i suoi effetti. Questo articolo affronterà queste sfide e fornirà una soluzione per far fronte all’aumento dell’eterogeneità dei dispositivi endpoint.

Produttività e CAPEX assumono un ruolo importante nel BYOD, quando si tratta di massimizzare i ricavi e i costi della società. Variabili come attenzione e concentrazione sono altamente correlati alla produttività in quanto interferiscono immediatamente con la produzione dei dipendenti. Nel mondo di oggi, la maggior parte del lavoro è svolto tramite laptop o PC, quindi, l’attenzione e la concentrazione sono strettamente correlate all’uso di tali dispositivi. L’utilizzo del proprio dispositivo è potenzialmente pieno di distrazioni, fuori dal controllo della società. I dati e le applicazioni sono personalizzate per l’uso di ciascun utente e non per finalità aziendali. La distrazione è inversamente proporzionale alla produttività aziendale e dei dipendenti.

Cosa dire del CAPEX? Utilizzando il proprio dispositivo il conto capitale diminuisce. Le aziende spendono meno soldi per attrezzature e la curva di apprendimento per i nuovi dipendenti e per specifiche tecnologie scompare o si appiattisce. Al contrario, l’aumento della quantità di dispositivi eterogenei all’interno dell’organizzazione genera nuove sfide per gli amministratori IT.

Le organizzazioni sono fatte di utenti e amministratori. I costi, la produttività e le prestazioni sono date dal lavoro svolto da queste due categorie. Da un lato, il BYOD riduce le spese in conto capitale (CAPEX), ma dall’altra aumenta notevolmente i costi operativi (OPEX). Una serie eterogenea di dispositivi presenta problemi di compatibilità in materia di diversi aggiornamenti/upgrade, diverse esperienze utente, gestione del workspace e altri aspetti tecnici. Ultimo, ma non meno importante, il fatto che il BYOD porta con sé problemi di sicurezza. Le aziende si trovano ad aver a che fare con molti dispositivi diversi, tutti connessi alla rete aziendale e che, potenzialmente, possono introdurre vulnerabilità.

Chiaramente, il BYOD porta un mix di benefici e sfide all’interno delle postazioni di lavoro aziendali. C’è un modo per adottare tale strategia, garantendo allo stesso tempo la produttività, il contenimento delle spese, il miglioramento la sicurezza e il sostegno agli amministratori IT nel loro lavoro quotidiano?

Nella ricerca di Praim, la gestione delle postazioni di lavoro sta assumendo un ruolo sempre più centrale per rispondere alle esigenze di mercato. Capiamo l’importanza di un software di gestione di qualità e lavoriamo costantemente per ampliare il potenziale delle nostre soluzioni, oltre alle esigenze dei clienti attuali.

Il BYOD e le sue sfide sono dunque diventati una necessità alla quale rispondere. Come? Trasformando l’eterogeneità in omogeneità; rendendo la gestione più semplice e allo stesso tempo migliorando la sicurezza. La risposta è il software chiamato Agile: un’interfaccia semplice installabile su qualsiasi PC, laptop o thin client con sistema Windows o Linux, abilitati dai dipendenti o dagli amministratori durante l’orario di lavoro per fornire accesso intelligente e controllato alle risorse, dati e applicazioni aziendali. La sostituzione della shell limita l’accesso alle applicazioni dei dipendenti durante l’orario di lavoro, garantendo una completa concentrazione sulle attività di lavoro e migliorando la produttività. L’interfaccia è semplice e facile da usare e consente la stessa esperienza utente su tutti i dispositivi aziendali. Agile comunica direttamente con la console di gestione Praim ThinMan, aiutando gli amministratori IT ad avere pieno controllo e gestione dei dispositivi aziendali. La soluzione è endpoint-agnostica, l’interfaccia è la stessa per tutti i dispositivi e il punto di amministrazione è uno solo, migliorando così i costi operativi, pur mantenendo al minimo il budget delle spese.

Grazie a soluzioni come Agile, le aziende possono affrontare facilmente le sfide che una strategia BYOD porta con sé, introducendo i vantaggi di un’esperienza utente comune e una migliore gestione dei workspace. Il ritmo dell’innovazione tecnologica porta sempre una serie di vantaggi, sfide, grandi domande e scetticismo sulla sua adozione. È importante che le organizzazioni evolvano insieme alla tecnologia per mantenersi competitive e migliorare la loro produzione. Il BYOD non è sempre necessario, ma per alcune aziende può rivelarsi una buona strategia. Sia che il BYOD venga adottato o meno, oggi le aziende si trovano un numero crescente di dispositivi diversi, con chiare conseguenze per l’efficienza complessiva dell’azienda. Le spese in conto capitale riflettono sempre grandi investimenti e, fatta eccezione per le poche grandi società che possono cambiare la strategia di definizione dei dispositivi a tempo debito, la maggior parte delle organizzazioni deve sopportare il piano originale.

Soluzioni come Praim Agile possono aiutare le aziende a superare questi problemi, affrontare le sfide della loro strategia di workspace, migliorare l’efficienza e, in ultima analisi, rendere le aziende un posto migliore dove lavorare.

Scopri Agile – Your Smart Cloud Access

Rispondi

L'unione fa la forza

I nostri rivenditori sono in grado di sfruttare al meglio la nostra tecnologia e lavorano con noi per disegnare le soluzioni ottimali per te.

Clienti

Loro hanno scelto di utilizzare le soluzioni Praim