Se sei stato in un aeroporto, in una banca o in un centro commerciale avrai sicuramente notato o anche utilizzato uno o più schermi, magari interattivi, che ti consentono di svolgere un compito specifico: come il check-in per un volo, prelevare denaro o ricercare informazioni. Se è così, hai visto o usato un chiosco.

I chioschi sono ampiamente utilizzati in luoghi pubblici e offrono un’interfaccia digitale semplificata ed efficace per far accedere degli utenti generici a dei sistemi informatici. Diamo un’occhiata più da vicino al mondo dei chioschi, spiegando cosa sono, come vengono utilizzati e, cosa importante per le aziende, come possono essere facilmente creati e gestiti anche da remoto.

Cos’è un chiosco?

Abbiamo accennato ad alcune delle funzionalità spesso fornite da un chiosco, ma cerchiamo di generalizzare: un chiosco solitamente è una piccola interfaccia digitale utilizzata per scopi speciali e collocata in aree pubbliche ad alto traffico, per offrire facile accesso in modo digitale a risorse informatiche e a informazioni. I chioschi consentono, inoltre, agli utenti, di essere autosufficienti e di risolvere alcune esigenze particolari in maniera autonoma, senza dover per forza interagire con un’altra persona e, generalmente, in tempi più rapidi.

Per definizione, un chiosco è un sistema progettato per offrire servizi di base o accesso alle informazioni (in generale a Internet) al pubblico in modo controllato e semplificato, ovvero “limitando” il sistema in modo da ridurre le possibili interazioni dell’utente o di svolgere attività sul dispositivo al di fuori dallo scopo specifico del chiosco. In questo modo, il chiosco sostituisce l’aspetto grafico del sistema operativo su si cui esegue, consentendo la personalizzazione dell’interfaccia e un’offerta limitata di servizi ad-hoc. Il software del chiosco blocca l’applicazione per proteggere il sistema da utenti malintenzionati. I chioschi di solito sono numerosi, quindi il software offre anche funzioni di monitoraggio da remoto per consentire la gestione di più chioschi da un’unica postazione di controllo.

Per le aziende può essere conveniente fornire servizi e informazioni senza la necessità di dover collocare personale apposito, ad esempio nel caso in cui si debbano fornire o raccogliere informazioni molto semplici a/da un ospite o cliente. Ciò può portare le aziende a collocare i propri dipendenti su servizi più strategici e su servizi che fanno del contatto con il cliente un’azione imprescindibile e a a valore aggiunto.

Casi di uso più comuni

Probabilmente, l’insieme principali di casi d’uso di chioschi che può immediatamente venire in mente riguarda le diverse esigenze di rapido accesso a informazioni. Questi possono includere il check-in in un aeroporto, il controllo dell’orario o l’acquisto di biglietti del treno, la visualizzazione di un menù al ristorante, la consultazione di un catalogo in una biblioteca, il prelievo di denaro o il controllo del saldo sul proprio conto corrente. Non c’è dubbio che la maggior parte di noi abbia utilizzato un chiosco per eseguire molte di queste azioni in diverse situazioni.

Molte aziende ritengono che l’utilizzo dei chioschi rappresenti un ottimo modo per consentire ai clienti e utenti di visualizzare le informazioni di cui hanno bisogno in modo rapido ed efficiente offrendo al contempo molti vantaggi. Uno dei casi d’uso più diffusi è il digital signage, in cui schermi digitali sono distribuiti e utilizzati in spazi pubblici, edifici di grandi dimensioni (es. aziendali), sistemi di trasporto o negozi al dettaglio per visualizzare (con immagini, video o solo testo) informazioni utili o di prodotto, pubblicità, indicazioni per orientarsi, ecc. Il vantaggio rispetto ai normali cartelli (statici) è che le informazioni possono essere cambiate in ogni momento, anche da remoto.

Inoltre, le interfacce più efficaci usate nei chioschi sono quelle che emulano l’aspetto dell’interfacce mobile con touch-screen. Gli utenti finali hanno molta familiarità con questo tipo di interfacce simili a quelle di smartphone e tablet e per questo il loro utilizzo è intuitivo e immediato per la maggior parte degli utenti.

Generalizzando, a seconda del caso d’uso e della natura dell’attività, i principali tipi di chioschi sono: (a) chioschi informativi, utilizzati principalmente per fornire informazioni specifiche agli utenti; (b) chioschi internet, sistemi che eseguono un browser con una connessione Internet attiva per facilitare l’accesso alla navigazione web da luoghi pubblici; (c) chioschi self-service, interattivi e personalizzati per eseguire compiti specifici; e (d) chioschi digital signage, utilizzati per la pubblicità (spesso con immagini statiche ma variabili nel tempo, video o slide-show) negli spazi pubblici, come già descritto sopra.

Caratteristiche principali dei chioschi

Creare un chiosco con un’interfaccia in stile mobile, in realtà, non è così facile come potrebbe sembrare. La maggior parte dei sistemi operativi presenti oggi sul mercato, incluso Microsoft Windows, sono stati progettati per essere sistemi operativi desktop con tutti gli strumenti grafici e i flussi di lavoro necessari per soddisfare quel caso d’uso, in base ad azioni di controllo e all’interazione diretta dell’utente. Tuttavia, per la maggior parte delle aziende che necessitano di creare un chiosco è necessario un sistema operativo client customizzato, con, in alcuni casi, la necessità di impostare dei criteri per bloccare l’ambiente e proteggerlo da possibili utilizzi al di fuori di quelli stabiliti.

I chioschi, infatti, vengono quasi sempre utilizzati in luoghi pubblici senza (o con poca) sorveglianza continua e quindi alla portata di qualsiasi tipologia di utente. Ciò li rende ancora più esposti a errori che possono bloccare il servizio o mettere l’endpoint fuori controllo, ad es. mostrando al pubblico informazioni indesiderate, o peggio ancora, utilizzandoli come sistemi aperti per accedere a internet o addirittura alla rete interna aziendale.

La prima proprietà importante di un chiosco è quindi l’essere un “sistema chiuso”, cioè essere bloccato per garantire la massima sicurezza. Le principali caratteristiche di sicurezza che il chiosco deve rispettare, negli usi più comuni, sono:

  • Se il chiosco include una tastiera, il software del chiosco deve disabilitare i tasti di scelta rapida e tutti i tasti e le sequenze speciali problematiche (ad esempio, Ctrl+Alt+Canc).
  • Quando sono basati su browser (come i chioschi Internet), i menu del browser standard devono essere disabilitati o limitati per evitare il controllo della configurazione all’utente e impedirgli di accedere a URL non applicabili alla funzione del chiosco.
  • Il software del chiosco dovrebbe avere la capacità di cancellare la cache, la cronologia utente e tutti i dati eventualmente generati durante una sessione utente. Ciò impedisce agli utenti di accedere ai dati privati e protegge il dispositivo, evitando la presenza sul disco di file pericolosi e il crescente utilizzo di spazio occupato sul disco locale.
  • Se alcune porte USB o altre prese esterne sono accessibili, il software deve poterle disabilitarle, per evitare interazioni con il sistema tramite periferiche.

Inoltre, soprattutto se utilizzati come punti di digital signage, i chioschi costituiscono una rete di display elettronici gestiti centralmente e indirizzabili individualmente per mostrare il contenuto corretto. La seconda proprietà, quindi, è quella di essere facilmente gestibili e controllabili da una postazione remota centralizzata. Ciò è utile anche per aggiornarli costantemente e monitorarne lo stato.

Infine, una volta che il client, ad es. Windows, è protetto e controllato da remoto tramite specifici criteri, l’aspetto dell’interfaccia potrebbe non essere quello desiderato, magari perché ancora rassomigliante a un sistema operativo desktop con però alcune limitazioni. Quindi, la terza proprietà è che il chiosco venga percepito dall’utente come un’interfaccia semplificata, chiara e diretta, come uno schermo pubblicitario o un semplice pannello di controllo, o ancora un elenco di opzioni (quando è richiesta l’interazione). Tali tipi di interfacce sono generalmente costruite come pure pagine web o come interfacce web che sfruttano il browser per mostrare il contenuto e controllare l’interazione dell’utente.

Quindi, come possono le aziende abilitare in modo semplice ed efficace un chiosco con sistemi operativi desktop standard, senza dover creare apposite configurazioni complesse o incappare in problemi relativi all’interfaccia?

Praim Agile è una soluzione che consente alle organizzazioni di configurare facilmente un chiosco utilizzando PC Windows o dispositivi Raspberry Pi. Con pochi clic, Praim Agile consente di configurare un’interfaccia simile a un dispositivo mobile, efficace e facile da usare per l’accesso a sistemi remoti o ad altre risorse. Praim Agile può aiutare le aziende di molti settori e industrie a implementare facilmente chioschi nei loro ambienti, tra cui:

  • Banche
  • Aeroporti/Stazioni
  • Supermercati/Negozi al dettaglio e centri commerciali
  • Ospedali
  • Biblioteche/Scuole/Università
  • Edifici della Pubblica Amministrazione
  • Molti altri.

Com’è configurato Praim Agile?

Configurazione di un chiosco utilizzando Praim Agile

Praim Agile può trasformare facilmente qualsiasi PC o Thin Client (Windows o Linux) in un chiosco. Di seguito vediamo come sia semplice configurare Praim Agile4PC su un client Windows per abilitare efficacemente un chiosco per gli utenti finali.

Dopo l’installazione di Agile4PC, il primo passo è collegare il client a un Server ThinMan inserendone l’indirizzo.

Configuring ThinMan

Configurazione dell’indirizzo di ThinMan Server per Agile

ThinMan è il software di gestione centralizzata degli endpoint di Praim. Per poter operare come chiosco il singolo client ha bisogno solo di Agile. Tuttavia, la connessione del client a ThinMan porterà molti benefici immediati:

  • Scalabilità. Una volta riconosciuto da ThinMan il nuovo client può ottenere direttamente la configurazione dal server per iniziare a lavorare come chiosco senza bisogno di ulteriori azioni dell’amministratore. Queste configurazioni includeranno già tutta le impostazioni di sicurezza, di interfaccia e il blocco delle periferiche necessarie per trasformare il dispositivo in un chiosco. Allo stesso modo, una volta configurato manualmente il chiosco (se è il primo) l’amministratore può acquisirne la configurazione da ThinMan e replicarla su un numero illimitato di altri dispositivi creando decine, centinaia o migliaia di chioschi simili da distribuire in un’area o anche in diverse aree pubbliche remote.
  • Monitoring e gestione centralizzata. Come precedentemente descritto, la gestione centralizzata è la seconda proprietà caratterizzante di un chiosco. Da ThinMan è possibile monitorare lo stato dei chioschi e gestirli, aggiornandone il software, modificarne la configurazione, automatizzare il controllo delle policy (es. accenderli o spegnerli ad orari programmati), e risolvere anche problematiche tecniche da remoto (prendendo il controllo del dispositivo dalla postazione ThinMan).

Ma ora vediamo in dettaglio come sia facile creare da zero un chiosco in Agile.

In Agile ci sono tre modalità di funzionamento:

  • Desktop Mode: non adatta a creare chioschi.
  • Browser Mode: sfrutta un browser web in modalità chiosco ed è’ il modo più veloce per ottenere un chiosco già completamente configurato e bloccato, in pochi clic!
  • Agile Mode: permette di creare chioschi per casi d’uso più complessi (con requisiti differenzianti rispetto a quelli comuni/standard) o che richiedono una configurazione più particolareggiata.

Primo modo: utilizzare la “Modalità Browser”

Questa modalità è la più veloce e si adatta perfettamente all’esigenza di chioschi web-based quali: chioschi informativi, chioschi digital signage, semplici chioschi self-service (ad esempio per moduli da compilare, come “sondaggio di soddisfazione”), ma è adatto anche per la creazione di chioschi internet.

Basterà abilitare la Modalità Browser come modalità operativa di Agile (disabilitando prima la modalità operativa precedente). Come da immagine qui sotto, basta solo inserire l’URL desiderato dal quale ottenere il contenuto da fornire nel chiosco (ad esempio una pagina web che mostra un’immagine, un video, una presentazione, un modulo o un’interfaccia web appositamente progettata).

Chiosco basic

Configurare un chiosco semplicemente inserendo l’URL

Con il singolo clic necessario per abilitare la Modalità Browser, otterrai “gratuitamente”:

  • Il blocco completo del dispositivo;
    • Non saranno consentiti tasti di scelta rapida o sequenze speciali di tasti (tutte bloccate),
    • Il blocco di tutte le periferiche esterne (come chiavette USB, ecc.),
    • I menu di controllo del browser e la barra di navigazione saranno disabilitate per impostazione predefinita,
  • L’interfaccia web verrà mostrata in avvio automatico e a tutto schermo, dall’URL specificato.

Se devi creare un semplice chiosco internet, puoi abilitare i controlli sull’interfaccia del browser (selezionando “Show Control Bar”) e configurare i componenti specifici dell’interfaccia del browser che devono essere resi visibili agli utenti (vedi l’immagine qui sotto per un esempio).

Chiosco browser

Configurare un chiosco Internet con funzionalità di navigazione

Secondo modo: utilizzare la “Modalità Agile

Se i requisiti del tuo chiosco sono più elaborati, Agile ti offre un ulteriore modo per personalizzare il tuo sistema. Ad esempio, potresti avere la necessità di lasciare l’interazione utente più libera, ad esempio per un chiosco self-service offerto in un ambiente più controllato (ad es. accettare delle unità USB per stampare documenti) o di fornire un chiosco Internet completo (senza restrizioni sull’utilizzo del browser, per poter creare diverse schede di navigazione, ecc.). Potresti anche avere la necessità di utilizzare selettivamente una periferica esterna, come un lettore di codici barre (pur bloccando qualsiasi altro dispositivo) o costruire un chiosco intorno alla tua applicazione personalizzata, non basata sul browser.

Se ti trovi in ​​una di queste situazioni devi solo abilitare la Modalità Agile (al posto del Browser Mode – vedi l’immagine sotto). In questo secondo caso, le principali differenze rispetto alla precedente modalità di funzionamento sono le seguenti:

  • Non ci sono policy di sicurezza predefinite già attive, come il blocco delle periferiche e le sequenze di tasti. Se non diversamente configurate, queste funzionalità saranno lasciate disponibili per l’utente finale che potrà usare tasti speciali o collegare dispositivi. Tuttavia, puoi comunque avere il pieno controllo personalizzando la configurazione delle sezioni “Filtro Tastiera” (“Keyboard Filter” e “Blocco Dispositivi” (Device Lock“) di Agile.
  • Dovrai configurare in Agile (dalla sezione “Risorse” – “Resources“) la/e risorsa/e da fornire nel chiosco, ma potrai sfruttare anche risorse VDI (come desktop virtuali o applicazioni remote) per fornire servizi di proprietà tramite applicazioni non web. È solo necessario impostare la risorsa da avviare in Autostart per essere eseguita in modalità chiosco (o Fullscreen per VDI). 
  • Salvo diversa configurazione, alcune sequenze di tasti di scelta rapida (come Alt-Tab) rimarranno disponibili sul chiosco, in tal modo gli utenti potranno accedere a un’interfaccia semplificata di Agile dalla quale possono essere messe a loro disposizione alcune semplici azioni e controlli (ad es. scegliere il volume dell’audio, o la velocità del mouse, o ancora aprire applicazioni locali abilitate come la calcolatrice, riavviare il dispositivo, ecc.).

Agile nuova risorsa

Aggiungi una risorsa in Autostart per creare il tuo chiosco

Nell’immagine sopra è mostrato come creare una risorsa di tipo Browser per creare un chiosco, nell’immagine qui sotto il risultato ottenuto.

Lista risorse Agile

La risorsa del browser locale è stata aggiunta ad Agile

Dopo queste veloci impostazioni, puoi già visualizzare un'”anteprima” dell’interfaccia che vedranno gli utenti finali. Come potrai vedere, l’interfaccia è estremamente snella e immediata, senza la complessità dell’interfaccia desktop che potrebbe creare problemi nell’implementazione del chiosco.

Preview Agile

Configura la modalità in cui desideri che il client Windows operi

In entrambi i casi, se ad esempio esegui il tuo chiosco su un Thin Client Praim, puoi inoltre migliorare la stabilità, la sicurezza e la privacy del tuo sistema controllando la protezione del disco. Il Write FIlter eviterà la persistenza nel disco di eventuali dati generati dall’utilizzo del chiosco, così da avere un sistema sempre pulito e performante ad ogni riavvio. Il Write Filter può essere abilitato in qualsiasi momento, sia dal configuratore di Agile dall’apposita sezione, che da remoto via ThinMan.

Conclusioni

I chioschi vengono utilizzati ovunque per offrire a clienti e utenti finali un modo efficace, facile ed efficiente per accedere alle informazioni necessarie. La configurazione di ambienti chiosco efficaci può essere impegnativa e onerosa utilizzando gli strumenti integrati disponibili in sistemi operativi come Microsoft Windows. Spesso anche con un risultato non soddisfacente da un punto di vista di interfaccia.

Praim Agile consente invece alle aziende di creare facilmente gli ambienti chiosco necessari e con un’interfaccia semplificata ed efficace, simile a quella dei dispositivi mobili. Con pochi clic, gli amministratori IT possono creare chioschi sicuri, efficaci e gestibili da remoto.