Guida per principianti ai Profili e alle Policy

2020-06-24T10:04:10+02:0023 Giugno 2020|

Negli articoli precedenti di #Praim4Beginners abbiamo fornito delle panoramiche sui prodotti con tecnologia Praim. In questo articolo, invece, vogliamo approfondire il modo in cui aspetti specifici delle soluzioni Praim permettono l’integrazione tra i vari prodotti, in particolare approfondiremo: cosa sono i “Profili di Configurazione” e le “Device Policy”. Questa guida, quindi, si concentrerà su come, attraverso il prodotto Praim per la gestione centralizzata degli endpoint, ThinMan, è possibile guidare il funzionamento delle altre soluzioni software e Thin Client di Praim.

I software client di Praim, Agile (agent) e ThinOX (firmware), forniscono un’interfaccia per permettere una completa configurabilità dell’accesso ai servizi aziendali da parte di un endpoint. In entrambi i software, attraverso la relativa interfaccia di configurazione, è possibile stabilire: le modalità di connessione alle risorse aziendali (via VDI o browser), impostate le misure di sicurezza per l’accesso degli utenti o il collegamento di dispositivi locali, l’utilizzo di certificati, le impostazioni di rete, le modalità di accensione/disconnessione dei dispositivi, oltre ad altre personalizzazioni. Una volta effettuata questa configurazione su un dispositivo, è possibile ottenerne la replica su altri dispositivi (rispettivamente Agile o ThinOX) utilizzando proprio i Profili di Configurazione e le Device Policy di ThinMan.

Profili e Policy, qual è la differenza?

Molto semplicemente, un Profilo di Configurazione altro non è che l’insieme di tutte le impostazioni per un endpoint. La Device Policy, invece, stabilisce cosa (quale Profilo), a chi (a quali endpoint) e come le configurazioni devono essere applicate.

Profilo di Configurazione

Una volta che la configurazione dell’endpoint è stata impostata in modo soddisfacente in Agile o ThinOX, si è pronti per creare un Profilo di Configurazione in ThinMan. Semplicemente selezionando il dispositivo appena configurato nella console ThinMan e scegliendo Configurazione offline– Ricevi dal dispositivo, il dispositivo viene interrogato così che tutte le impostazioni effettuate in Agile o ThinOX vengano recuperate e importate in ThinMan. Una volta fatto questo, sulla base delle informazioni importate, è possibile creare un vero e proprio Profilo di Configurazione e la relativa Device Policy. Questo passo è stato semplificato da Praim includendolo in un’unica azione accessibile dal menu Configurazione Offline selezionando la funzionalità Aggiungi Policy – Aggiungi Policy Device.

Device Policy

I passaggi precedenti hanno generato sia un Profilo di Configurazione sia una Device Policy. Quest’ultima richiede ancora alcune azioni specifiche per essere utilizzata per distribuire automaticamente la configurazione ad altri dispositivi. All’interno delle Proprietà della policy appena create è possibile: attivare opzionalmente l’autenticazione utente e stabilire le modalità con cui deve avvenire, stabilire come la policy deve essere applicata agli endpoint e infine quali dispositivi o gruppi di dispositivi devono ricevere il profilo di configurazione. A questo punto quanto configurato nella Device Policy, farà si che lo stesso Profilo di Configurazione creato sul dispositivo originale sia automaticamente replicato e istanziato sugli altri dispositivi desiderati.

Policy e profili – buono a sapersi…

Tutti i Profili utilizzati nei prodotti Praim sono classificati in “Famiglie”. Attualmente ci sono 3 diverse Famiglie (basate sulla tipologia di firmware ed architettura hardware): ThinOX a 32 bit (versioni 10.x.x), ThinOX a 64 bit (versioni 11.x.x) e Agile. Ciò significa che un Profilo di Configurazione creato per un Thin Client Praim con il firmware versione 11.0.9, ad esempio, sarà utilizzabile sia con le versioni precedenti che con quelle più recenti dello stesso firmware (ad esempio una 11.0.8 o una 11.4.2) , nonché su dispositivi endpoint diversi che eseguono la stessa Famiglia del firmware. Lo stesso vale anche per la famiglia Agile. In questo caso addirittura i Profili costituiscono un’interfaccia di configurazione comune tra dispositivi Windows, Raspberry Pi e a brevissimo Linux, purché dotati del relativo client Agile.

È possibile visualizzare la versione della Famiglia espandendo il Profilo di Configurazione, e selezionando la scheda Dettagli all’interno della sezione Proprietà accessibile attraverso il click con tasto destro del mouse.

Nella stessa sezione è anche possibile modificare le proprietà di configurazione dei client ThinOX, consentendo in tal modo la modifica centralizzata del Profilo di Configurazione. Oltre ad apportare modifiche alle impostazioni, questa funzionalità è utile qualora fosse necessario rinnovare i certificati scaduti o se variare le modalità di connessione al servizio remoto.

Conclusione

Utilizzare i Profili di Configurazione e le Device Policy fornisce un metodo rapido ed efficace per gestire la tua intera infrastruttura endpoint. Queste funzionalità sono disponibili sull’intera gamma di soluzioni hardware e software Praim.

Scarica la trial dei software ThinManThinOX4PC e Agile4PC per sperimentare i vantaggi offerti dalle soluzioni Praim.