Se ne parla da mesi, ma in realtà è fondamentale ribadire l’importanza di un lavoro da remoto “organizzato”.

Il periodo appena trascorso ci ha costretto a correre ai ripari, mostrando il livello di preparazione delle aziende, ma ci ha insegnato anche che lavorare deve prevedere una maggiore flessibilità.

Attenzione però, dietro alla flessibilità di orari, luoghi, task di ogni lavoratore, c’è un lavoro minuzioso del reparto IT aziendale: fornire i corretti mezzi per lavorare in modo “diverso” dal solito e le linee guida da rispettare in termini di sicurezza, progettare ex novo i workflow, ecc., ma ciò che a volte si dimentica è: gestire la situazione!

Sì, gestire. Perché dislocare le risorse fuori dall’azienda è rischioso. Immaginiamo che l’azienda abbia deciso di adottare un modello di smart working: i dipendenti possono lavorare da casa, anche con PC propri, i commerciali in trasferta si connettono con i loro notebook da luoghi diversi, i collaboratori che lavorano in amministrazione, produzione, logistica, magari usano dei Thin Client o dei PC a dominio e magari c’è una linea di produzione con dei dispositivi che consentono di monitorare la catena; tutto è virtualizzato e tutto è in Cloud… sarebbe fantastico! Ma siamo sicuri che la gestione di questo parco endpoint molto eterogeneo sia organizzata correttamente? Cosa succederebbe se si perdesse il controllo? E se Microsoft rilasciasse un aggiornamento importante per la sicurezza?

Non è terrorismo psicologico. È semplice preparazione. In Praim lavoriamo assiduamente, guidati dalla nostra mission, per creare e gestire la postazione di lavoro nel modo più semplice possibile. Sviluppiamo costantemente soluzioni come ThinMan, console di gestione centralizzata degli endpoint, utilizzabile anche in Cloud, che consente innumerevoli operazioni, anche schedulate, su tutti gli endpoint della rete aziendale, siano essi PC, notebook, Raspberry, Linux, Thin Client, ecc. Operazioni che è possibile automatizzare con pochi click, comprendenti anche aggiornamenti massivi, configurazione dei dispositivi e degli accessi, il tutto basandosi su un protocollo sicuro.

ThinMan si combina con una serie di soluzioni software Praim, che consentono l’uniformità e la gestione di tutti i dispositivi.

La famiglia di prodotti Agile permette di amministrare dispositivi Windows, Raspberry e Linux, grazie a una configurazione dell’agent sul dispositivo intuitiva e completa e a un’interfaccia utente user-friendly per l’accesso alle risorse remote. Agile incrementa la sicurezza con funzionalità come il blocco delle porte USB, il desktop lockdown e la limitazione dell’accesso alle risorse aziendali in base al ruolo e alle policy di ogni singolo utente o gruppo.

ThinOX4PC invece è il sistema operativo Linux-based completamente sviluppato da Praim, interamente gestibile tramite la console ThinMan che consente di fornire un endpoint sicuro e configurato, di ricondizionare vecchio hardware evitando investimenti in asset o di convertire dispositivi con sistemi operativi obsoleti in endpoint gestibili. ThinOX4PC è disponibile anche in versione USB, per agevolare così l’adozione dello smart working con uno strumento facile e chiavi in mano per l’utilizzo di una partizione sicura e blindata anche su PC e notebook privati.

Insomma, in una corretta strategia di implementazione di un parco endpoint eterogeneo, come la stragrande maggioranza delle aziende strutturate prevede, la corretta gestione e l’amministrazione efficiente dei dispositivi è un tassello fondamentale per un business sicuro, moderno e… smart!