Article by Alessandro Russo

Cloud privato, pubblico o ibrido: quale risponde alle esigenze della tua azienda?

Il Cloud Computing è una tecnologia che si presenta con tre diverse incarnazioni: pubblico, privato e ibrido. La scelta della tipologia di Cloud dipende molto dal tipo di attività che l’azienda intende svolgere, dai dati che verranno trattati, dai requisiti in termini di sicurezza e dalle necessità di gestione.

Queste tre forme sono il frutto di un percorso evolutivo del Cloud. Inizialmente esisteva solo il Cloud pubblico, ma presto emersero dubbi e perplessità legati alla sicurezza. Di conseguenza, il processo di sviluppo si spostò sensibilmente sul Cloud privato che da una parte risolve i dubbi legati alla sicurezza, dall’altro pero è molto meno flessibile e scalabile di quello pubblico. Quindi, lo sviluppo si focalizzò sul Cloud ibrido con l’obiettivo di avere solo i pregi del Cloud pubblico e privato, con un incremento marginale della complessità di gestione.

Ma la domanda a cui rispondere è: “quale tipologia di Cloud è più adatta alla nostra azienda?”. In questo articolo affronteremo brevemente i tre tipi di Cloud valutando le condizioni in cui uno è preferibile agli altri.

Il Cloud pubblico è quello che risiede completamente su internet. Parecchi service provider forniscono servizi di storage, computazionali o applicativi come Amazon Elastic Compute Cloud oppure Google Engine. Tale tipologia di Cloud permette alle aziende di pagare a consumo per ciò che si usa effettivamente, con diverse offerte a tariffa oraria o mensile. Inoltre si presenta come ambiente ideale per servizi che devono scalare velocemente, ossia adattarsi immediatamente all’incremento o riduzione della domanda. Il Cloud pubblico presenta però anche dei limiti legati sia ai pericoli di sicurezza nel trasferimento di dati su internet, sia al minore controllo che le aziende hanno delle risorse nel data center.

Il Cloud privato risiede completamente all’interno dell’azienda. Tale forma consente un maggior controllo sulle risorse del data center e minori rischi legati ai dati che rimangono confinati in azienda. Il rischio maggiore del Cloud privato è l’alto investimento legato all’acquisto di hardware e software per realizzare un Cloud privato degno di nota. Inoltre, tale soluzione si traduce in un incremento dei processi operativi e gestionali, con aumento del carico di lavoro e costi del personale necessari alla sua gestione.

Il Cloud ibrido nasce per sfruttare i vantaggi di quello pubblico e privato. L’obiettivo è quello di fornire un Cloud trasparente, dove l’azienda può gestire le risorse, migrando le applicazioni dal Cloud privato al pubblico. La soluzione ibrida, quindi, è realizzata come combinazione di una soluzione pubblica ed una privata. L’azienda può quindi usare il Cloud privato per tutti i processi critici, sfruttando quello pubblico per altri processi. Inoltre, la scalabilità può essere realizzata sfruttando la componente pubblica, ossia appoggiandosi a quest’ultima nei periodi di incremento di domanda. Il Cloud ibrido è abbastanza recente e ciò comporta alcuni rischi legati alla poca maturità sul mercato, di fatto poche aziende l’hanno adottato. Inoltre, sussiste un problema legato alla sicurezza dei dati e servizi che vengono scambiati tra Cloud privato e pubblico.

Tutte le aziende usano servizi in Cloud pubblico, e.g., Dropbox. Molte stanno valutando la migrazione dal privato all’ibrido, mantenendo i servizi critici sul Cloud privato, sfruttando il pubblico per tutti gli altri. Cloud privato, pubblico o ibrido: quale risponde alle esigenze della tua azienda?

http://www.asigra.com/blog/cloud-types-private-public-and-hybrid

http://searchcloudcomputing.techtarget.com/video/Cloud-computing-models-Public-vs-private-vs-hybrid

http://www.rightscale.com/blog/cloud-industry-insights/cloud-computing-trends-2016-state-cloud-survey

Rispondi

L'unione fa la forza

I nostri rivenditori sono in grado di sfruttare al meglio la nostra tecnologia e lavorano con noi per disegnare le soluzioni ottimali per te.

Clienti

Loro hanno scelto di utilizzare le soluzioni Praim